- il Fagiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

La storia di una famiglia / Mariò: "Che fatica!"
Da studente agrario a muratore-intonacatore, poi in seghera, fornaio, ed infine pizzaiolo in una piccola pizzeria d'asporto.

Imola - La storia è tutta da raccontare, perchè è quella di un
intera famiglia.Tutto  ha inizio nella
Pasqua del 1969, a Trivento, in provincia di Campobasso, quando Mario Vasile, in groppa ad un somarello, si reca con una valigia in mano, a prendere il pullman e poi il treno per Imola. E' stato chiamato da un amico d'infanzia, Rino, che ad Imola Lavora in un officina meccanica e che l'ha rassicurato sulla possibilità di trovare lavoro. E infatti Mario, abbandonati gli studi (al secondo anno dell'istituto Agrario), arriva a Imola e si occupa dapprima come muratore intonacatore, poi in una segheria, per finire poi a fare il fornaio.

Intanto, nel tempo libero, ha imparato anche a fare il pizzaiolo, dando una mano in qualche locale, fino ad arrivare ad occuparsene a tempo pieno in una piccola pizzeria d'asporto di Imola.

Mario nel frattempo trova modo di  sposarsi e di far arrivare a Imola parte della propria famiglia. Infine l'occasione, nel 1977, di rilevare in affitto, la pizzeria , nella periferia di Imola, lungo la strada Montanara; Mario, autobattezzandosi "Mariò" alla romagnola, richiama gli altri due fratelli dalla Germania e da Roma e parte con l'attività, incontrando un ottimo successo, se è vero che acquista definitivamente "il Fagiano" ed aiuta i fratelli ad aprire un loro locale sempre ad Imola (il "D'Azeglio").


Oggi al ristorante-pizzeria "il Fagiano" Mariò fa il gestore e la sorella è la Chef principale. Ilristorante ha oltre duecento posti al coperto (oltre a quelli all aperto) e il menù è un accostamento fra la tradizione gastronomica romagnola ed alcuni piatti mediterranei, quali le penne all'arrabbiata e gli spaghetti al pomodoro fresco e basilico, più vicini alla tradizione d'origine dei Vasile.Un forno a legna riscalda l'ambiente e sforna con accuratezza una pizza che oggi può ritenersi fra  le migliore del circondario imolese.



Torna ai contenuti | Torna al menu